Sostieni Telethon Sostieni Telethon: in 20 anni Telethon ha finanziato più di 2200 progetti di ricerca e il lavoro di oltre 1400 ricercatori. Perché nascere con una malattia genetica non sia una condanna. Con il tuo contributo aiuterai a finanziare i migliori progetti di ricerca per scrivere la parola cura accanto al nome di ogni malattia genetica.


E' online il nuovo sito Metaboliconnect, scoprilo subito: potrai trovare spiegazioni e tanti consigli sulla fenilchetonuria

  • Versione stampabile
  • Esporta in OpenOffice
  • Esporta in PDF
  • Aggiungi pagina al libro
  • Strumenti:

FAQ su PKUinfo

Perché è nato PKUinfo?

  • Per facilitare l'aggiornamento e rendere possibile la gestione delle informazioni da parte di più utenti contemporaneamente
  • Usare un wiki è facile, veloce, standard. Un wiki si può gestire da ogni luogo (basta un browser).
  • Un wiki supporta una sintassi ricca e potente (markup di base, evidenziazione del codice, upload di file, ecc.) tramite un semplice editor di pagine, che consente modifiche a tutta la pagina o a parti di essa con anteprime
  • Un wiki supporta infinite revisioni di una pagina, e le mostra con un diff colorato
  • Un wiki si occupa in maniera automatizzata di gestire l'indicizzazione full-text, l'indice generale delle pagine e l'indice di ogni pagina
  • Per dare a tutte le pagine un aspetto uniforme, gradevole e W3C-compliant

PKUinfo è complicato da usare?

Assolutamente no! È sicuramente più facile usare PKUinfo che scrivere pagine in un editor HTML. Fate tutte le prove che volete nella pagine delle prove, tenendo sottomano la sintassi. No, non è veramente necessario impararla tutta: l'editor di pagine offre una facile interfaccia grafica alle opzioni più comuni :-)

Inoltre ricordate che è sempre possibile visualizzare il sorgente di qualunque pagina, anche di quelle che non è possibile modificare; in questo modo è possibile vedere come ottenere certe formattazioni, semplicemente analizzando il sorgente delle pagine interessanti.

Come posso modificare o aggiungere pagine?

Per modificare una pagina è necessario innanzitutto avere i diritti per la modifica; normalmente le pagine possono essere modificate da tutti, tranne casi particolari, per i quali occorre quindi autenticarsi per poter procedere alla modifica.

Il login (l'autenticazione) avviene usando il pulsante “Entra”, presente in tutte le pagine. Dopo il login sarà possibile modificare le pagine su cui si ha il diritto di modifica, usando il pulsante “Modifica questa pagina” (in alto a sinistra); è disponibile una guida alla sintassi supportata.

Per creare una nuova pagina basta creare un link (rotto) alla stessa, quindi seguirlo e usare il pulsante “Crea questa pagina”. È possibile creare un numero arbitrario di pagine nel namespace relativo al corso. Per creare un nuovo namespace (all'interno di quello relativo al corso) basta creare una pagina in quel namespace.

La seguente tabella (l'originale è qui) illustra le convenzioni per i link e per i namespace (le sezioni):

example Punta alla pagina “example” nel namespace corrente.
:examplePunta alla pagina “example” nel namespace radice.
wiki:examplePunta alla pagina “example” nel namespace “wiki”. Il namespace “wiki” si trova sotto il namespace radice.
ns1:ns2:examplePunta alla pagina “example” nel namespace ns2. Il namespace ns2 si trova sotto il namespace ns1; il namespace ns1 si trova sotto il namespace radice.
:ns1:ns2:exampleCome sopra.
.ns1:ns2:examplePunta alla pagina “example” nel namespace ns2. Il namespace ns2 si trova sotto il namespace ns1; il namespace ns1 si trova sotto il namespace attuale.
.ns1:ns2:Punta alla pagina “start” (il nome di pagina iniziale per un namespace) nel namespace ns2. Il namespace ns2 si trova sotto il namespace ns1; il namespace ns1 si trova sotto il namespace attuale.

È consigliabile evitare di creare collegamenti assoluti (cioè che partano dal namespace radice) alle pagine ed ai namespace della stessa sezione, al fine di evitare problemi nel caso in cui il namespace venga rinominato o spostato. In alternativa è sempre possibile usare la sintassi degli ultimi due esempi (.pagina oppure .sottonamespace:pagina).

Analogamente non c'è bisogno di riferire esplicitamente la pagina “start” di un namespace: basta creare un collegamento che punta a quel namespace e che finisca coi due punti (come nell'ultimo esempio); il wiki farà in modo da far puntare quel collegamento alla pagina chiamata “start”.

Come carico un file su PKUinfo?

È possibile caricare file ed immagini direttamente in PKUinfo usando l'apposito Media Manager, disponibile cliccando sull'apposito pulsante quando si modifica una qualunque pagina. Attraverso il manager si può

  • caricare uno o più file alla volta;
  • inserire il riferimento ad un file o ad una immagine nella pagina che si sta modificando (alla posizione del cursore);
  • cancellare i file caricati.

Il caricamento di un file avviene all'interno di una specifica sezione, selezionabile sul lato sinistro del media manager. Sono disponibili una guida all'utilizzo del media manager e in generale una guida sull'inclusione di immagini e file.

Attenzione: per ragioni di sicurezza (principalmente per evitare attacchi XSS) non è possibile caricare alcuni formati di file; in particolare, non è possibile caricare:

  • file di testo semplice (.txt), incluso il codice sorgente (.c, .h, .cpp, .java, eccetera);
  • le pagine HTML (.htm e .html)
  • documenti XML (.xml)

Come rimedio è sempre possibile:

  1. convertire i file di testo in un formato accetato (es. PDF o PS)
  2. zippare i file (o analogamente metterli in un archivio zip / tar / tgz / ecc.)
  3. … incollare direttamente il contenuto del file in una pagina, usando eventualmente gli appositi tag per mantenere la formattazione o per abilitare il syntax highlighting.

Per favore utilizza formati aperti

Un formato aperto è una specifica pubblica per la descrizione e l'archiviazione di dati digitali, solitamente gestita da un ente di standardizzazione non proprietario, e libera da restrizioni legali nell'uso. Un formato aperto deve poter essere implementato, senza distinzioni, da software proprietario, open source o libero, ciascuno con le proprie modalità di licenza. A differenza dei formati aperti, i formati proprietari sono controllati e definiti da interessi privati. I formati aperti sono un sottoinsieme degli standard aperti.

Che cosa sono i formati aperti?

Oltre ai programmi liberi ed open source, anche molte applicazioni di software proprietario fanno largo uso di formati aperti. Ad esempio l'HTML, il noto linguaggio per il World Wide Web, è alla base sia di browser proprietari come Microsoft Internet Explorer, sia di browser open source come Mozilla Firefox. Infine, alcune aziende hanno pubblicato le specifiche dei loro formati, rendendo possibile l'implementazione di lettori o scrittori per differenti piattaforme da parte di diversi fornitori, come il formato shapefile di ESRI, il DXF di Autodesk, il PDF di Adobe, l'RTF di Microsoft. Tuttavia, alcuni formati proprietari sono vincolati da specifiche restrizioni che possono proibirne l'implementazione in forma open source.

Perchè usare i formati aperti?

L'obiettivo principale dei formati aperti è garantire la piena interoperabilità, ovvero l'accesso ai dati da parte di tutti, indipendentemente da quale sistema informatico usino, e senza incertezza presente e futura riguardo ai diritti legali o le specifiche tecniche.

Perché vi chiediamo di non inviarci files in formati proprietari?

  • perché inviare documenti in formati proprietari spinge ad usare software proprietario, e rende più difficile l'adozione di software libero
  • perché noi (ma anche altri) non usiamo software proprietario, ed alcuni formati sono difficili da convertire
  • perché con formati proprietari non c'è certezza di come vengono rappresentati su piattaforme diverse, ed anche con versioni diverse dello stesso programma
  • perché possono veicolare rischi per la sicurezza:
    • possono trasportare virus (vedi ad es. gli avvisi di Symantec)
    • un documento Word include normalmente informazioni nascoste sull'autore, che mettono chi lo sa in condizione di curiosare nelle attività dell'autore. È possibile che del testo che pensi di aver cancellato sia ancora presente, mettendoti in imbarazzo. Vedi qui per maggiori informazioni

Quali formati aperti si possono usare al posto di quelli proprietari?

Alcuni esempi

Tipo di documento Formato aperto preferibile Formato proprietario da evitare
Testo semplice (senza formattazioni) txt Microsoft Word
Testo formattato in modo semplice, modificabile html Microsoft Word
Testo complesso Open Document (standard ISO, adottato ufficialmente in Italia ed usato fra gli altri da OpenOffice.org) Microsoft Word
Documenti per la diffusione (da non modificare) PDF Microsoft Word
Elementi geografici vettoriali Shapefile (SHP) DWG ed altri
Elementi geografici raster GeoTIFF, JPEG ECW ed altri
Presentazioni (slides) PDF oppure Open Document (standard ISO, adottato ufficialmente in Italia ed usato fra gli altri da OpenOffice.org) Microsoft PowerPoint
Tabelle di dati CSV (Comma Separated Values = Valori separati da virgola) Microsoft Excel
Fogli di calcolo Open Document (standard ISO, adottato ufficialmente in Italia ed usato fra gli altri da OpenOffice.org) Microsoft Excel

Organizzazione degli utenti

DokuWiki (il software che gestisce PKUinfo) gestisce più utenti, ciascuno dei quali può far parte di un numero arbitrario di gruppi. Dokuwiki consente di assegnare permessi di accesso alle pagine ed ai namespace del wiki a seconda di utenti e gruppi.

I gruppi previsti sono:

Gruppo Utenti appartenenti al gruppo Permessi del gruppo
all gruppo di default lettura e scrittura per tutte le pagine pubbliche, tranne poche ecceszioni
user gruppo di default per gli utenti iscritti lettura e scrittura per tutte le pagine pubbliche, possibilità di sottoscrivere un argomento, possibilità di avere una pagina personale
admin gruppo di amministrazione pieni permessi su tutta la piattaforma

Come utilizzo PKUinfo ? o "Sono un geek, dove sono i miei feed RSS?"

  • Usando l'indice delle pagine
  • Usando i feed RSS (disponibili in fondo a ogni pagina, vedete qui per maggiori informazioni) nel vostro aggregatore RSS preferito
  • Registrandovi a PKUinfo (tramite il pulsante “Entra” in alto) e quindi sottoscrivendo le pagine (pulsante “Sottoscrivi modifiche”) di cui volete essere avvisati via email delle modifiche, ad esempio pagine di cui volete controllare gli aggiornamenti.

A chi posso rivolgermi per problemi con PKUinfo?

Basta utilizzare la pagina dei contatti, descrivendo il problema.

I colori non mi piacciono! È possibile cambiare il template delle pagine?

No! (spiacenti)

E la licenza?

DokuWiki (il software che gestisce PKUinfo) è rilasciato sotto licenza GNU GPL v.2. Per quanto concerne i contenuti di PKUinfo, ciascun utente è libero di scegliere la licenza che più ritiene appropriata, e di indicare quindi in maniera chiara le condizioni d'uso del materiale pubblicato nelle proprie pagine. Se non sapete che licenza scegliere per il vostro materiale, vi suggeriamo una delle licenze Creative Commons, ad esempio la licenza BY-NC-SA.